Afghanistan-Taliban-Oppio

Un Articolo semiserio sulla cronaca estera del momento, con tanto di recensione di Carlo su TripAdvisor e tutorial su YouTube del Pakistano!

Afghanistan-Taliban-Oppio
il Papavero

I Taliban tornano in Afghanistan, è proprio di questi giorni la notizia del loro rientro dopo il ritiro degli Americani dal paese.
Mai errore fu più grave!

“I talebani sono un gruppo fondamentalista islamico nato all'inizio degli anni '90, dopo la caduta del regime sovietico in Afghanistan.
Saliti al potere nel 1996 dopo una guerra civile, hanno mantenuto il controllo del Paese fino al 2001, anno dell'occupazione militare statunitense”
Così cita WIKIPEDIA

Hanno un’ idea –STORPIATA e personale– della società teologicamente totalizzante.
Sovrapponendo la legge coranica – Sharia – alla vita della collettività limitano ogni forma di la libertà di tipo: religioso e culturale, perseguitano le minoranze e opprimono le donne.
I più giovani sono spinti da una sete di vendetta verso tutto ciò che è occidentale, per ignoranza dettata fondamentalmente dalla mancanza di un insegnamento culturale.
Inizialmente avevano garantito un atteggiamento diplomatico e distensivo ma sono bastati pochi giorni per mostrare la vera faccia al mondo.

Chi sono realmente questi Taliban. Chi li ha armati e resi una potenza?

I Taliban tornano in Afghanistan
Afghanistan

Per dare delle risposte occorre un attimo avere chiara la posizione geografica dell’Afghanistan (magari non è chiaro per tutti, a me per esempio non era chiarissima la cosa).
Qui sopra ho messo la cartina.

Perché questo territorio è così importante da coinvolgere più potenze mondiali?
Insomma tutti lo vogliono, dopo Persiani, Greci pure Carlo Magno ci è andato in villeggiatura tanto che – dopo la recensione positiva su TripadvisorGengis Khan c’è voluto andare a tutti i costi e poi via tutti appresso: Russi, Americani ecc ecc.
Ma che ci vanno a fare mi domando io?
Coltivare l’oppio ovviamente.
Beh! Proprio proprio a coltivarlo no.
Vanno a spacciarlo.
Hai idea di quanti soldi facili si fanno con l’oppio?
Io no – giuro – ma un narcotrafficante certamente si.
E chi è il narcotrafficante per eccellenza in questo momento sul mercato della droga?
Lui il Pachistano.

Il business del Pachistano.

Il Pachistano è dagli anni ’70 che conosce le droghe, le coltiva nel suo orticello, le usa e le distribuisce ad amici e parenti.
Ci campa insomma.
Quando nel 1979 il governo gli proibisce di farlo, lui ovviamente obbedisce e passa dall’oppio all’eroina scoprendo che: non solo è più facile da produrre ma rende anche di più 1Kg di eroina rendeva quanto 10Kg di oppio – le proporzioni qui sono facili riesco pure io che sono una pippa in matematica – Che fai, non ti metti a realizzare l’eroina avendo tutto sto oppio a disposizione?
Qui sotto qualche foto di come è fatto l'oppio pianta.

Ora lo so che per come scrivo non sembrerebbe ma, non essendo io una consumatrice di sostanze stupefacenti, non ho la benché minima idea di come si ottenga l’eroina. Ho però cercato sul Web alcune info.
RICETTA FACILE PER L'EROINA su YouTube, naaaaaaaaa scherzo!

Ho però fatto questa scoperta:

500.000 fiori di papavero producono circa 10 kg di oppio, da cui si ricava 1 kg di eroina.
L’oppio si ottiene praticando delle incisioni longitudinali sulle capsule non ancora mature della pianta di papavero.

Non so voi ma io che sono diversamente attiva sono già stanca solo al pensiero di fare tutta sta fatica.
Mi passa la voglia di fare il narcotrafficante.
Se però, a questo punto della mia ricerca, sommo: cartina+oppio+€ ho un’idea più chiara del business del Pachistano.

La comparsa della Cina nella mio visione.

Tra i principali produttori e fornitori di armi dei Talebani c’è la Cina che non si è limitata alla sola vendita di sistemi di armi complete ma addirittura gli ha venduto le licenze per produrle e ha fatto accordi per la coproduzione delle stesse.
A quale pro?
Solo per fare qualche soldo in più?

Ormai il volume totale del commercio della Cina la posiziona al secondo posto al mondo dopo gli USA.

Trump l’ha sempre temuta e combattuta come ha potuto.
A me Trump stava sul caxxo ma non nego che ci aveva preso eccome sulla Cina e sul non ritirare le truppe dall'Afghanistan.

Il problema è sempre lui, l’OPPIO sto infame, perchè con l’oppio non ci si fa solo l’eroina è fondamentale per produrre MORFINA, e quest’ultima è un medicinale indispensabile insieme ad altri oppiacei per curare i malati in tutto il mondo.
Forse per questo che – sotto sotto – un po’ tutte le super potenze hanno fatto e fanno, tutt’ora affari con i paesi produttori di oppio.
E se l’Afghanistan è il principale produttore di oppio, va da se che che fa gola a molti!
Quindi prendi un gruppo di persone, meglio se isolate dal resto del mondo, ancora meglio se oppresse da secoli di regimi stranieri, gli monti ancora di più la rabbia che già hanno nel cervello, gli vendi le armi e già che ci sei gli fai pure un bonifico a modi di finanziamento acquistando i prodotti della terra a chilometro zero – oh, mica colpa sua se a questo la terra fa venire su solo oppio invece di cetrioli e pomodori!

I Talebani non sono ovviamente le vittime in questa storia, sono delle pedine consapevoli degli orrori che stanno commettendo, ma dovrebbero essere ricercati i veri manovratori di questo progetto se si vuole fermarli.

Ultima considerazione diversamente utile de LaMela777 sulla questione DONNE in Afghanistan.

Vorrei porre l’attenzione sulla FINZIONE MEDIATIATICA che tende a farci credere nell’esistenza di una Afghanistan dove la popolazione femminile è sempre stata abituata a girare in strada con dei teli moda saccho della spazzatura a coprirle per intero, senza possibilità di istruzione scolastica, frequentazione locali pubblici, socializzazione ecc.
Come se ciò fosse un uso e costume appartenuto a tradizioni secolari con origini intrinseche nei secoli dei secoli – che se anche fosse stato, comunque esiste qualcosa come emancipazione ed evoluzione che andrebbe quantomeno rivendicato e difeso da tutti per tutti indipendentemente da razza etnia e da quale parte del globo avete avuto la fortuna di nascere.
SVEGLIA GENTE, CHE SE SIETE DI QUA’ E SOLO CULO!

Comunque, tutto ciò non è assolutamente vero, RIPETO, tutto ciò non è assolutamente vero. A testimonianza di questa cosa vi riporto qui sotto il reportage fotografico.
Una minima parte ma trovare il link sotto nelle fonti citate da cui ho tratto le notizie che ho usato per questo articolo.

fotografie scattate dal professore universitario Bill Podlich che, nel 1967, collaborò con l’UNESCO a Kabul e che testimoniano come la vita nel paese era completamente diversa da quella che oggi conosciamo e ci vogliono far credere

Fonti citate per questo articolo:

Se vuoi approfondire ancora un po’ l’argomento ho scritto un altro articolo: Nella tela del ragno sul tema.

/ 5
Grazie per aver votato!

LaMela777

Sono una blogger diversamente agiata in un mondo palesemente disagiato. Ho un master in "LaQualunque" all'università della vita. Un mio difetto? Li ho tutti!

8 thoughts on “Afghanistan-Taliban-Oppio

I Commenti sono chiusi.


Fatal error: Uncaught Error: Call to a member function have_posts() on null in /membri/.dummy/master/wordpress/wp-content/plugins/altervista/classes/class-av-custom-post-type-manager.php:118 Stack trace: #0 /membri/newtonsapple777/wp-includes/class-wp-hook.php(307): AV_Custom_Post_Type_Manager->{closure}('') #1 /membri/newtonsapple777/wp-includes/class-wp-hook.php(331): WP_Hook->apply_filters(NULL, Array) #2 /membri/newtonsapple777/wp-includes/plugin.php(476): WP_Hook->do_action(Array) #3 /membri/newtonsapple777/wp-includes/load.php(1102): do_action('shutdown') #4 [internal function]: shutdown_action_hook() #5 {main} thrown in /membri/.dummy/master/wordpress/wp-content/plugins/altervista/classes/class-av-custom-post-type-manager.php on line 118